Visualizzazione creativa e pittura Sarah Arensi

Cos’è la visualizzazione creativa? E in che modo può aiutare gli artisti nella realizzazione delle loro opere? Ecco come praticare questa tecnica spirituale e i risultati che puoi raggiungere nella vita reale.
La visualizzazione creativa è una tecnica spirituale e psicologica molto diffusa, utilizzata per soddisfare obiettivi in vari ambiti della nostra esistenza. In che modo si lega all’arte e come gli artisti ne possono beneficiare? Scopriamolo Insieme.

Cos’è la visualizzazione creativa

La visualizzazione creativa è una tecnica che si basa sull’immaginazione, ovvero sulla capacità di creare un’immagine mentale o un’emozione legate al desiderio che si vuole realizzare.
Le tecniche di visualizzazione creativa, quindi, vi permettono di vedere nella vostra mente ciò che ancora non esiste a livello materiale, ma che tuttavia possiede già una sua essenza come idea o desiderio. È qualcosa che va oltre l’immaginazione in senso stretto, perché non è solo coinvolgimento mentale, ma anche sensoriale ed emotivo.
Concentrandovi regolarmente su questa immagine o emozione, creerete l’energia positiva necessaria per ottenere realmente ciò che avete visualizzato nella vostra mente.
Quando la visualizzazione creativa viene utilizzata nella pittura, vi permette di superare le vostre barriere mentali, esprimere a pieno il vostro talento e realizzare delle opere incredibili.

I principi alla base della visualizzazione creativa

Ma come funziona la visualizzazione creativa? Quando la volontà e l’immaginazione entrano in conflitto, la volontà prevale, creando degli ostacoli mentali, dei freni, che vi impediscono di raggiungere i vostri obiettivi. Tutto ciò che pensate alimenta le convinzioni che vi limitano che, a loro volta, condizionano il vostro comportamento. La vostra mente e i vostri pensieri, dunque, possono rendervi più potenti o, al contrario, depotenziarvi.

Ad esempio, se desiderate imparare a suonare uno strumento, sarà molto difficile riuscirci se nella vostra mente alimentate la convinzione che non siete capaci e che non lo sarete mai. Ciò vi farà esercitare con poca motivazione e otterrete scarsi risultati, che andranno ad alimentare ancora di più il pensiero negativo di non essere all’altezza.

Il cervello comunica per immagini. Se associate un’immagine a una particolare emozione, il cervello considererà quella immagine come reale. Infatti non distingue un evento accaduto e uno immaginato. Ciò che fa registrare nella memoria inconscia un evento come accaduto è l’emozione provata. Quindi, se vi visualizzate in una particolare situazione, la mente condizionerà il vostro comportamento per condurvi in quella direzione.

Come allineare volontà e immaginazione

La visualizzazione creativa vi permette di allineare la volontà alla mente, in modo che agiscano in armonia e non in conflitto tra loro. Quando volontà e immaginazione vanno a braccetto, è possibile realizzare nella vita reale ciò che desiderate nella nostra mente.
Per riuscirci, è fondamentale definire l’obiettivo che volete raggiungere, a cui allineare la vostra immaginazione.

L’obiettivo può essere fissato a qualsiasi livello: fisico, emotivo, spirituale o mentale. Potete immaginare di ottenere un nuovo lavoro, comprare una nuova auto, instaurare una relazione amicale con qualcuno, migliorare la memoria o di superare un momento di difficoltà.

Se volete apportare un cambiamento alla vostra vita, iniziate a visualizzarlo nella mente e questa condizionerà il vostro comportamento, fino a ottenerlo.

La visualizzazione creativa è utilizzata in diversi ambiti con successo: nello sport, per accrescere le prestazioni degli atleti; in medicina, per accelerare i processi di guarigione dei pazienti; dai life coach, per migliorare i livelli di autostima, superare piccole fobie o consolidare buone abitudini.

Prendete per esempio gli atleti. Durante uno studio, è stato misurato il potenziale elettrico muscolare di alcuni sportivi, che si preparano a una gara attraverso una sessione di visualizzazione creativa. È stato dimostrato che, in risposta all’azione immaginata, si attivano le stesse aree cerebrali che entrano in gioco quando la stessa azione è compiuta nella realtà. Non solo: anche i muscoli interessati vengono stimolati e coinvolti nell’azione immaginata, proprio come nella vita reale.

Allo stesso modo in medicina, si è dimostrato che, grazie alle tecniche di visualizzazione, la mente è in grado di influenzare i meccanismi fisiologici del corpo umano, agevolando in diversi casi la guarigione dalle malattie. Insomma, il potere della mente è tale da poter intervenire concretamente nella vita reale.

Il potere della visualizzazione: come ti aiuta nella pittura

In che modo la visualizzazione creativa si lega alla pittura? Quali sono i benefici? Ogni artista può ricorrere alla tecnica della visualizzazione creativa per raggiungere diversi scopi. Potete scegliere liberamente qualsiasi tipo di immagine visualizzare, sia astratta che realistica.

La cosa importante è che l’immagine scelta sia abbastanza forte da generare delle emozioni, così da poter realizzare il cambiamento desiderato. Ecco qualche esempio di obiettivo che si può otenere grazie alle visualizzazioni mentali:

a) Superare limiti tecnici o personali

Avete un problema a disegnare i volti umani? Oppure non riuscite a padroneggiare la tecnica della spatola con i colori a olio? Immaginatevi mentre disegnate un volto o mentre lavorate sulla tela con la spatola. Percepite la mano che si muove con sicurezza, l’odore dell’olio che vi pizzica il naso, il rumore della spatola che graffia la tela.  Visualizzatevi come un artista famoso, ammirato, e sentite la soddisfazione nel vedere l’opera prendere forma.

Quando ci proverete nella vita reale, vi stupirete dei progressi ottenuti grazie al potere della visualizzazione.

b) Migliorare l’autostima

L’insicurezza è uno dei limiti più invalidanti che la mente ci pone davanti. Visualizzate un critico importante che vi porge i suoi complimenti, che apprezza le vostre opere e scrive una recensione positiva della vostra arte. Immaginate di allestire una mostra coi vostri quadri e osservate le persone mentre li ammirano, sorridendo. Immaginatevi inoltre di produrre opere su opere, tanto da finire tele e colori, tanta è la velocità con cui le vostre idee affiorano e vengono realizzate.

Vi aiuterà a sentirvi molto più sicuri e a superare qualsiasi blocco creativo.

c) Raggiungere traguardi personali

Volete allestire una mostra personale ma non avete realizzato opere a sufficienza, oppure volete proporvi a un gallerista importante ma non sapete da dove partire? Visualizzate voi stessi mentre completate le tele che vi mancano, immaginate la sala dove avete esposto, l’odore della vernice che avvolge gli spettatori, il rumore del vostro catalogo che viene sfogliato all’ingresso.

Oppure immaginate di contattare il gallerista, di parlare cordialmente con lui, immaginatelo mentre vi sorride e fa battute divertenti con voi, sentite la morbidezza del divano di pelle su cui vi siete seduti, visualizzatevi mentre firmate l’accordo con la sua galleria. Troverete la spinta ad agire per raggiungere i vostri traguardi.

Come la visualizzazione creativa migliora i tuoi quadri

Abbiamo detto che la tecnica della visualizzazione creativa può rendere reale ogni cosa immaginata nella mente, a livello inconscio. Pensate a quanto può essere utile percepire come reale quello che volete imprimere su tela. La visualizzazione vi permette non solo di progettare la vostra opera a livello tecnico, ma anche di viverla nel profondo: ne percepite i colori, i dettagli, il profumo.

Tutti gli elementi del vostro quadro prendono vita nella vostra mente, diventando concreti e tangibili. Le ricadute sulla qualità dell’opera reale sono impressionanti. Senza contare che vi permette di beneficiare di:

  • Altissimi livelli di creatività
  • Focus e concentrazione
  • Gioia, entusiasmo e vitalità
  • Percezione intensificata dei colori e dei tratti

Ma come visualizzare ciò che vogliamo rendere reale? Per visualizzare la vostra opera e renderla tangibile, prima nella mente e poi nella vita reale, dovete:

•        Rilassarvi

Entrate in uno spazio meditativo profondo e rilassate tutto il corpo: più l’organismo è rilassato e decontratto, più è ricettivo e può entrare in uno stato di silenzio mentale e rilassamento, necessari alla meditazione.

•        Ispirare

Connettervi, ascoltare ed espandere il vostro respiro: rilasciate via tutte le tossine che comprimono la vostra energia vitale, che è la più potente fonte d’ispirazione. Aumentando la vostra energia, aumentate la vostra ispirazione.

•        Sentire

Immedesimatevi e sentite le emozioni, come se che quello che desiderate fosse già accaduto: è il segreto per manifestare efficacemente quello che state visualizzando

•        Visualizzare

Utilizzate tutti i 5 sensi per aumentare la frequenza energetica di ciò che state visualizzando. Guardate il soggetto, sentitene il profumo, il gusto, il tocco, il suono e immaginatelo già realizzato in tutti i dettagli.

•        Creare.

Mettete il vostro progetto in una bolla di protezione, sentite immensa soddisfazione, gratitudine e felicità per averlo realizzato al meglio. Affidatelo alla benevolenza e abbondanza dell’universo affinché possa collaborare alla creazione. Elencate tutti i passaggi necessari che vi occorrono per la vostra eccellente realizzazione e cominciate a compiere le giuste azioni in sintonia con l’universo.

•        Praticare con costanza.

I risultati della visualizzazione creativa si ottengono se gli esercizi di visualizzazione vengono ripetuti con costanza e tutti i giorni. Quando avete un momento di pausa, ritornate con la mente sulla vostra immagine e vivetela.

•        Credere.

Avere un atteggiamento positivo incide molto sul vostro comportamento e sui risultati che riuscirete a ottenere.

Come si svolge la visualizzazione creativa

Come ogni forma di meditazione, non c’è un modo unico di utilizzare la tecnica della visualizzazione creativa. Con la pratica, ciascuno acquisisce il proprio metodo, più congeniale alle sue necessità e al suo stile di vita.

In genere, è utile praticarla in un luogo tranquillo e appartato, dove non ci sono forti rumori e dove si è sicuri di non essere interrotti. Se siete alle prime armi, potreste provare con la visualizzazione guidata: in Rete ne trovate diversi esempi.  A questo link puoi per esempio scaricare gratuitamente un estratto della mia guida “Rilassati”, che ti aiuterà nelle tue prime visualizzazioni.

In genere, il tempo ideale da dedicare alla visualizzazione è di 15 minuti,  ma all’inizio non importa se riuscite a praticarla solo per un lasso di tempo più breve, come 5 o 10 minuti.  L’importante è tenere alto il livello d’attenzione, per non disperdere energia preziosa.

Siete interessati a migliorare la vostra tecnica pittorica grazie alla visualizzazione creativa?

 

Acquistate il mio corso qui